Navigatore: Mený testata | Area mený | Contenuto

Budointernational Home page

Banner Budomarket

Vale Tudo

 

Il Vale Tudo, ovvero “combattimento senza regole”, è nato in Brasile e ben presto fu esportato anche nel resto del mondo. Il Giappone e alcuni stati americani hanno proposto attorno agli anni novanta la loro personale versione della disciplina. Il campionato più importante e famoso al mondo è l'Ultimate Fighting Championship (UFC) che fu creato all'inizio degli anni '90 e oggi si svolge in tutto il mondo con cadenza mensile, avendo assunto la forma di reality show e avendo decine di sponsor. Il più famoso combattente italiano di UFC è probabilmente l'ex pugile Alessio Sakara di Pomezia.
Oltre all'Ultimate Fighting Championship, uno dei più famosi tornei di Vale Tudo è quello dell' International Vale Tudo Championships (IVC).
Dal regolamento estremamente ridotto, il vale tudo offre spesso spettacoli molto cruenti dove gli atleti possono ferirsi a volte anche in modo grave. Per questo motivo in molti paesi esso è bandito e ne vengono consentite solo forme limitate da un regolamento più rigido. Nonostante tali limitazioni, questo stile di combattimento sta riscuotendo sempre più successo a livello mondiale e molti di questi regolamenti stanno gradualmente venendo ripristinati al formato originale. In Italia questo sport è praticato da un numero ristretto di atleti in rapida crescita numerica.
In Italia la prima competizione è stata il New Generation Tournament che ancora oggi ospita atleti Italiani e internazionali con cadenza semestrale o annuale, ma ci sono anche altre manifestazioni come il Kombatfestival, La resa dei conti, Mix Fighting Fever, Slam Tournament ed altri.
Dal 2004 esiste anche un campionato Italiano a contatto leggero creato da MMA-Italy (che promuove anche e soprattutto il contatto pieno), che da la possibilità ai praticanti delle più svariate discipline da combattimento e/o arti marziali di confrontarsi tra loro utilizzando un regolamento molto permissivo, ma con minori rischi di infortunio e conseguenti match meno cruenti rispetto alla pratica del contatto totale. Questo campionato, da quando è stato organizzato la prima volta, ha riscosso un numero sempre più elevato di partecipazioni sia di atleti che di teams.
Secondo il regolamento, la vittoria, nel contatto totale, può ottenersi per Knock Out, per sottomissione, per resa da parte di uno dei due contendenti o ai punti. Ne consegue che gli atleti sono portati a non indossare protezioni, come paratibie e guantoni ingombranti che smorzerebbero la potenza del colpo. Nel Contatto Leggero, sono invece obbligatorie protezioni, come paratibie conchiglia e paradenti, e rimangono facoltativi il corpetto, il caschetto protettivo ed altre protezioni; in questo caso, si vince per sottomissione o ai punti, non è prevista la vittoria per KO.
Generalmente i migliori atleti, spesso vincitori dei tornei, conoscono almeno due stili di combattimento: uno per le percussioni (di solito Muay thai, Kick Boxing o Boxe), ed uno per la lotta (di solito Lotta libera, Grappling o Lotta Greco-Romana).

Ho"Stile

YouTube

BannerCentraleSuperkombat

BannerCentraleGrips

adidas

Segui Budointernational su Facebook

   © 2017 Budo Edizioni s.r.l. - P.Iva 12172810157  -  credits