Navigatore: Mený testata | Area mený | Contenuto

Budointernational Home page

Banner Budomarket

Shaolinquan

 

Lo Shao Lin Quan, letteralmente “il Pugno della Giovane Foresta”, è uno degli stili d'arte marziale tradizionale cinese più importanti tra quelli derivati dal Kung Fu. Originariamente praticato dai monaci buddisti del tempio Shaolin di Henan, è da sempre considerato uno degli stili più antichi ed efficaci, dal quale sono stati poi generati altri tipi di arti marziali.
L'origine dello Shao Lin Quan non è ancora chiara oggi: esistono moltissime ipotesi sulle sue radici, ma solo due sono annoverate tra le versioni più credibili.
La prima si trova nel volume "Da Mo Bu Shi Bu Shao Lin Quan Shi Zi". In questo libro viene raccontato che molti militari e civili esperti di arti marziali si rifugiarono nel tempio di Shao Lin per via di una persecuzione politica. Le esperienze di tutti questi maestri riuniti andarono a formare il primo nucleo dello stile Shao Lin. In quel momento la società aveva bisogno dell’influenza della cultura buddista e il tempio di Shao Lin conobbe un periodo di stabilità e prosperità che aiutò il proliferare di questa e di altre discipline.
Un'altra ipotesi accreditata sostiene che, quando Bodhidharma giunse al tempio di Shao Lin per insegnare la dottrina budista, si accorse che i monaci soffrivano le lunghe sedute di meditazione e la lettura dei sutra; iniziò così ad insegnare alcune tecniche di pugno e calcio per migliorare la salute fisica ed inframmezzare le lunghe ore di immobilità.
Dopo alcuni anni il tempio Shao Lin entrò in conflitto d'interessi con il governo, che inviò delle truppe al fine di distruggerlo: i capi del monastero mandarono i praticanti migliori a difendere il tempio. Questi monaci guerrieri riuscirono a cacciare gli avversari utilizzandotecniche a mani nude e con armi apprese durante l'addestramento. Il tempio divenne così famoso per l'abilità marziale dei suoi componenti.
In realtà gli studiosi di storia delle arti marziali stanno tutt'ora tentando di stabilire la reale origine di Shao Lin, ma queste due ipotesi rimangono, al momento, le uniche probabili.
Gli stili di Shao Lin sono ancora oggi in evoluzione. Le tecniche moderne mantengono comunque l'impronta del buddismo Zen: la mente concentrata sul movimento, attacchi rapidi e scontri duri, spostamenti lineari e forme spesso molto brevi, uno "Shen Fa" (armonia raffinata) che richiede grande controllo ed equilibrio, spostamenti agili e mantenimento di posizioni statiche, avanzare con posizioni basse e ritirarsi con posizioni alte. In generale il movimento richiede l'armonia della parte superiore ed inferiore del corpo e dell'interno con l'esterno.
Numerose sono le scuole di arti marziali dell’estremo oriente, cinesi, giapponesi o vietnamite, che si richiamano al Monastero Shaolin. Uno dei testi più antichi riguardanti le arti marziali, il Quanjing Quanfa Beiyao, fa riferimento al tempio Shaolin come origine di tutte le arti marziali. Certi autori occidentali recenti, mescolando differenti fonti e tradizioni, fanno del monastero Shaolin il centro unico di diffusione di queste discipline.

Ho"Stile

YouTube

BannerCentraleSuperkombat

BannerCentraleGrips

adidas

Segui Budointernational su Facebook

   © 2017 Budo Edizioni s.r.l. - P.Iva 12172810157  -  credits