Navigatore: Mený testata | Area mený | Contenuto

Budointernational Home page

Banner Budomarket

Sanda

 

Il Sanda o Boxe Cinese è uno sport da combatimento di estrema efficacia. Dal significato letterale di "Pugni Liberi", può essere meglio tradotto con "Combattimento Libero".
Anticamente il Sanda era conosciuto anche con i nomi di Xiangbo (“Lotta contro l'Altro”), Shoubo (“Lotta con le Mani”), Bian (“Impetuosità”), Baida, Shouzhan (“Battaglia con le Mani”).
Rappresenta la parte più applicativa del Wu-Shu e prevede un alleamento che integra sviluppo atletico e tecnico. Racchiude le tecniche di gamba tipiche delle scuole del nord della Cina, le tecniche di atterrramento e quello di pugno a lunga e media distanza.
La maggior parte delle competizioni di Sanda vengono svolte su di una pedana rialzata chiamata Leitai, e i combattenti portano protezioni alla testa, al torace, alle mani, ai genitali, alla bocca e alle tibie, queste ultime obbligatorie o meno a seconda del regolamento federale al quale ci si attiene. Durante gli incontri sono permessi i colpi di pugno, di calcio, e le proiezioni a terra, non sono consentiti i colpi con il gomito, con il ginocchio, gli strangolamenti e le leve articolari. È invece possibile battere l'avversario buttandolo letteralmente fuori dal tappeto, tramite tecniche di calcio, pugno o proiezione. Ai combattenti è permesso di stare corpo a corpo solo per 3 secondi. Se nessuno dei due riesce a liberarsi o a proiettare l'avversario a terra, l'arbitro interrompe la presa. Tutto il corpo è bersaglio valido, tranne le ginocchia, la nuca e la spina dorsale che non si possono colpire, pena la squalifica.
In Cina vengono organizzati tornei chiamati Sanda Wang (Re del Sanda) che si tengono su di un ring simile a quelli usati per il pugilato occidentale, in cui i combattenti portano pochissime protezioni e sono ammessi più tipi di colpo. Alcuni di questi atleti di Sanda partecipano anche ad altri tornei di combattimento tra cui il K-1 e lo Shoot Boxing, il cui regolamento è simile.

Il sanda prevede:

  • La posizione di guardia alta (come nella Boxe);

  • Tecniche di pugno con diretti, ganci e montanti, più altre forme di pugno rare;

  • Tecniche di calcio, con circolari, laterali, frontali e girati

  • Tecniche di proiezione e lotta corpo a corpo, caratteristica in comune con la Muay Thai, che la differenzia dalla Kick Boxe per efficacia e spettacolarità.

Tutto questo comparto tecnico rende il Sanda una disciplina tra le più complete sul piano tecnico, essa consente soprattutto di sfruttare efficacemente tutti i colpi dell'avversario per finalizzarne l'atterramento.
Nei match, dopo una iniziale fase di studio, gli atleti si attaccano con combinazioni di calcio e di pugno, a distanza più ravvicinata tentando la presa per finalizzare la proiezione a terra (l'avversario viene sollevato, oppure semplicemente atterrato). Generalmente le riprese durano due minuti con intervalli di un minuto tra i round.
Le sue origini si perdono nelle antiche scuole di Wushu cinesi, nelle quali esiste dalla preistoria delle arti maziali. Per potersi proteggere, la gente imparò, pian piano, la lotta con il pugno e il calcio, e a proiettare a terra l'avversario usando le gambe ed altre tecniche.
I combattimenti uno contro uno hanno una storia molto lunga in Cina e sono stati chiamati con nomi diversi. Come parte però dei moderni sport da competizione e da combattimento a contatto pieno, il Sanda ha una storia relativamente breve. Nel marzo 1979, la Commissione Nazionale per lo Sport della Cina (CNSC), la più alta organizzazione sportiva ufficiale cinese, decise che tre istituti (Zhejang Provincial Sports Training Center, Beijing Tiyu Xueyuan e Wuhan Physical Education College) dovevano iniziare a sperimentare il Sanda come sport da competizione. A causa della mancanza di pubblicità prima di allora, il Sanda non aveva tecniche e metodi di allenamento standardizzati, e soprattutto non aveva un regolamento. I tre istituti scelti per svilupparlo dovevano formulare regole, criteri di giudizio e metodi di allenamento, nonché pubblicizzarlo. Nel maggio 1979, il Sanda fu presentato durante una gara nazionale di Wushu a Nanning, nella provincia di Guangxi. Nello stesso momento, furono organizzati altri esperimenti in altre località e province. Durante l'incontro nazionale dell'ottobre 1979, il CNSC organizzò la prima performance pubblica di Sanda e gli atleti furono selezionati dagli istituti di Shejang, di Pechino, e della provincia di Hebei.
Nell'ottobre 1980, il CNSC chiamò esperti dai tre istituti iniziali per formulare un regolamento da competizione. Nel gennaio 1982, il CNSC organizzò una Conferenza Nazionale per le Regole del sanda. I sei istituti invitati furono: Pechino città, Università di Pechino, provincia di Shandong, provincia di Hebei, provincia di Guangdong, e Università di Wuhan.
Dopo circa 30 anni di silenzio a causa dell'instabilità politica della Cina, il Sanda era infine rinato. Pechino tenne i primi campionati nazionali ufficiali nel novembre 1982, la competizione si svolse su un cerchio di nove metri di diametro, che verrà poi modificato in un più tradizionale quadrato rialzato, di otto metri per lato. Anche il regolamento è stato in seguito leggermente modificato, in modo da rendere le regole più dettagliate.

Ho"Stile

YouTube

BannerCentraleSuperkombat

BannerCentraleGrips

adidas

Segui Budointernational su Facebook

   © 2017 Budo Edizioni s.r.l. - P.Iva 12172810157  -  credits